Micronido Altro tempo

Altro tempo è un micronido che accoglie bambini dai 6 ai 36 mesi, all’interno del CPF-Centro per le Famiglie di Macherio e della sperimentazione regionale. Ha l’obiettivo di favorire il benessere psicofisico e la crescita armonica delle bambine e dei bambini.

Il Micronido garantisce la continuità educativa in una dimensione di costante confronto con la famiglia e risponde ai bisogni di affettività e socializzazione, sviluppo individuale e autonomia dei bambini in un ambiente a loro misura.

Offre opportunità di crescita attraverso esperienze di gioco e di scoperta, nelle quali si creino le condizioni affinché ogni individuo trovi lo spazio per attivare la sua voglia di fare, di scoprire, di entrare, se vuole, in relazione con gli altri.

L’educatore svolge un ruolo di osservazione, stimolo e mediazione.

Clicca qui per conoscere meglio il servizio e l’équipe

La nostra proposta

Le famiglie trovano qui un sostegno nella cura e nell’accudimento dei propri figli e opportunità di partecipazione, di confronto e condivisione sul loro ruolo e sulla loro funzione educativa.
Le idee fondamentali che ci hanno guidato si possono riassumere nella convinzione che i bambini e le bambine vivono un periodo di intense emozioni, una progressiva consapevolezza della propria identità, una faticosa ma appassionante ricerca dell’autonomia, della scoperta dei ritmi e delle regole esplicite e implicite della comunità nella quale vivono.

Nei primi anni si manifestano e si consolidano il controllo delle funzioni corporee, il movimento autonomo e finalizzato, l’acquisizione del linguaggio e la scoperta di diverse forme simboliche attraverso il gioco e le altre attività espressive. Per compiere questo cammino hanno bisogno di relazioni stabili e personalizzate, di esperienze regolate con il gruppo dei pari, di un ambiente ben studiato che al contempo contenga le intense emozioni che caratterizzano questa età e offra ampie e variate occasioni di gioco e proposte di attività. La bambina e il bambino apprendono, si sviluppano, scoprono, si impegnano se hanno il tempo necessario per farlo e ciascuno ha i suoi tempi: è pertanto fondamentale proteggere e sostenere i ritmi di ciascuno così come si articolano spontaneamente in un ambiente ricco ma non sovra stimolante e accuratamente predisposto e scegliere con cura e misura le proposte di attività.

I bambini inseriti al Micronido Altro tempo presso il CPF-Centro per le Famiglie hanno un’età compresa tra i 6 mesi e i 3 anni, il gruppo è pertanto eterogeneo per sviluppo psicofisico. L’incontro di bambini di età differenti permette la possibilità di sperimentare il rispetto e l’attenzione per il compagno più piccolo, l’imitazione verso i più grandi, l’aiuto tra pari nell’autonomia.
La progettazione tiene conto dello sviluppo e delle peculiarità di ciascun bambino, viene costruita intorno al bambino, pensato come individuo sociale, competente e protagonista della propria esperienza.
I bambini sono seguiti dalle educatrici e dalla coordinatrice che si occupano della cura e della gestione delle attività, della programmazione e delle proposte educative, del rapporto quotidiano con la famiglia.

Oltre alle attività quotidiane, in questi anni il micronido ha sperimentato e proposto diversi laboratori e attività extra. I bambini si sono accostati alla musica attraverso il metodo Gordon proposto dalla dott.ssa Micaela Passeri. Con la presenza di un’insegnante di gioco danza® all’intero dell’équipe educativa, verranno proposte delle attività specifiche di movimento e con la musica, inserite nella progettazione mensile.

Giornata tipo

L’organizzazione della giornata è scandita da routine costanti che rafforzano la sicurezza nel bambino: al mattino, dopo l’accoglienza, vi è il momento del gioco libero e delle coccole mentre si aspetta che arrivino i compagni; si propone quindi il cerchio delle canzoni e si scopre se ci sono tutti i bambini.

È sempre prevista la lettura animata che fa da cornice all’attività della giornata. La merenda è l’occasione che raduna i bambini intorno al tavolo.

Durante la mattinata si prevedono dei momenti dedicati all’igiene personale, successivamente viene proposta l’attività della giornata. Dopo il riordino c’è una prima uscita per i bambini che frequentano part time.

Con tutti gli altri ci si organizza per la condivisione del pasto, dove si imparano, insieme agli amici, le regole della tavola e si sperimentano le prime autonomie.

Successivamente le educatrici accompagnano i bambini per il riposino del pomeriggio e successivamente al momento del risveglio alla chiusura della giornata.

Aree di sviluppo

A partire dalle diverse fasce di età, le aree da sviluppare saranno comuni a tutti ma gli obiettivi e le modalità di raggiungimento saranno commisurate all’età del bambino e verificate attraverso apposite schede di osservazione.

Le attività vengono realizzate sotto forma di laboratorio, la cui valenza educativa è il fare; ogni laboratorio agisce su tre livelli: corporeo, emozionale, del pensiero.

Le educatrici osserveranno i bambini durante tutte le fasi della mattina utilizzando una scheda di osservazione mirata al raggiungimento degli obiettivi nei bambini dalla fascia d’età 0-3 anni, obiettivi che condivideranno poi con i genitori nei colloqui programmati durante l’anno.

LINGUAGGIO

Verrà data particolare importanza alle canzoni, insegnando per esempio ai piccoli a mimarle; per i più grandi si comincerà a leggere o raccontare favole fino alla costruzione di libretti in cui il bambino sappia riconoscere e/o nominare gli oggetti indicati.

AREA MOTORIA E PSICOMOTORIA

Si utilizzeranno gli spazi e i materiali presenti per stimolare in modo appropriato la motricità del bambino (percorsi motori, tunnel, giochi con gli scatoloni, giochi psicomotori con teli, giochi con la musica).

AREA COGNITIVA

Per i piccoli la conoscenza passa attraverso i sensi per cui verranno proposte attività che possano stimolare la sperimentazione: cesto dei tesori, gioco euristico, sacchetti tattili. Per i più grandi verranno organizzate attività più specifiche: incastri, costruzioni, conoscenza dei colori e del proprio corpo. Si privilegerà l’uso dell’ambiente esterno come fonte di stimolo alla conoscenza, con l’alternarsi delle stagioni e l’osservazione dei fenomeni e dei cambiamenti della natura.

SOCIALIZZAZIONE

Il riconoscimento dei compagni attraverso “l’appello” quotidiano, girotondi, trenini, balli e ancora momenti di festa che accomunano tutti, non solo i bambini ma anche le loro famiglie, la festa di compleanno personalizzata ad ogni bambino.

AUTONOMIA

Dopo la prima autonomia acquisita, quella di imparare a salutare i genitori al momento del distacco al mattino, seguiranno altri momenti importanti come per esempio imparare a lavarsi le mani da soli e per i più grandi, il controllo sfinterico. Il bambino verrà sollecitato a provare a fare da solo, dandogli conferme e gratificandolo qualora raggiunga nuove abilità.

AREA MANIPOLATIVA

Tutte le proposte che vengono fatte sia con materiale didattico che di recupero, vedranno l’utilizzo principale delle mani, ma per i più piccoli anche tutto il corpo per conoscere le sensazioni e scoprire i materiali: giochi con pasta di pane, farina bianca e gialla, tempere, sabbia, riso soffiato e per i più grandi anche colla, taglio, coloritura.

AREA EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITÀ

Semplici giochi ed esercizi con l’obiettivo di aiutare i bambini a riconoscere, nominare ed esprimere le diverse emozioni e gli stati d’animo.

AREA GRAFICA-PITTORICA

Attività con tempere a dita (spugnette, rulli, tappi…), pastelli, pennarelli.

AREA MUSICALE

Attività di ascolto di musica di genere diverso per favorire la formazione della personalità e la socializzazione.

Download